Baiardo


 
Superficie: 24,54 kmq
Abitanti: 355
Altitudine: da 332 a1627 s. l. m.
 

Bayard: dal francese "berard" cioè portatore. Baiard: voce provenzale per cavallo bianco.

Possedimento dei conti di Ventimiglia dal 1259 al 1625, diventa un avamposto genovese.Assorbito successivamente dal dominio sabaudo, fu riconquistato dalla repubblica e né farà parte per oltre un secolo, quando dopo il congresso di Vienna ritornerà in possesso dei Savoia.

Baiardo è un piccolo paese collocato in cima ad una vetta a dominio di tutta la profonda valle del Rio Bonda che, offre un intenso panorama, definendola come un’ariosa finestra Sull’ala Val Nervia e le Alpi liguri.Entrando nel paese si giunge nella piazza della Parrocchiale di S. Niccolò da Bari del 1893. All’interno è collocato il trittico del pavese Francesco da Verzate, opera che testimonia la penetrazione culturale lombarda nella Liguria del ‘400. Nell’ Oratorio di S. Salvatore sono conservate alcune opere risalente all’epoca settecentesca. Inoltre ricordiamo la Pinacoteca civica fondata nel 1971. Un’antico frantoio a sangue, discretamente conservato, mantiene il suo aspetto originale. Oltrepassata la porta ad arco denominato Portaro del Piano, ci si addentra fra i percorsi radiali del "Castrum", in gran parte voltati, su cui affacciano i ruderi di case ( molte di origine basso medioevale), distrutte dal terremoto o abbandonate in tempo più recente. La chiesa parrocchiale di S. Nicolò, del primo ‘500, ormai nota come "Chiesa Vecchia" fu distrutta dal disastroso terremoto del 1887, che provocò la morte di 202 persone raccolte nel tempio per la celebrazione della funzione delle "ceneri". Il Santuario di S. Maria Assunta, si trova tra le due borgate della frazione rurale di "Berzi"; di origine barocca, venne radicalmente ricostruita e decorata nel XVIII secolo. La chiesa della Madonna delle Grazie si trova nella località Vignai, frazione di Baiardo; costruita nel periodo compreso tra il maggio del 1497 ed il dicembre del 1498.All’interno si colloca una tela della "Madonna col bambino" da Guido Reni.

Tra i piatti tipici di Baiardo ricordiamo la torta al brusso (formaggio dal sapore molto forte), ed il Ciasùn, torta alle erbe, cotta nel forno a legna.Tra le manifestazioni, invece, ricordiamo la festa della barca ed il gioco del palloneelastico. 

Ritorno a Comuni